Acquari e dintorni
Ciao, finalmente ci sei. Buon divertimento ;-)

A proposito di Betta splendens

Andare in basso

A proposito di Betta splendens

Messaggio  Renato il Mar Gen 11, 2011 7:28 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Allora, vi va di parlare di una questione mai risolta nell'allevamento di questo pesce e che vede contrapposti da anni fans schierati bellicosamente da una parte e dall'altra della barricata Question Sto infatti per parlarvi del famigerato "barattolo" da un lato (contenitore in plastica o vetro e dalle limitate dimensioni) e dell'acquario dall'altro.

Ma prima di tutto una precisazione. Cio' di cui scrivero' e' frutto esclusivamente di mie esperienze sul campo dell'allevamento e della riproduzione di questo meraviglioso animale. E, per sgombrare il campo da possibili equivoci, vi dico subito che se vorreste ottenere dei risultati apprezzabili da questo pesce (anche solo allevandolo) l'uso del "barattolo" sarebbe l'unica soluzione accettabile. Questo non vuol dire che io sia contro l'acquario qualora se ne voglia tenere uno soltanto, anzi. Ma quest'ultimo dovrebbe essere fatto a sua immagine e somiglianza ( Smile ). Quindi, parliamoci chiaro: chi dedicherebbe a questo pesce un intero acquario Question Wink E poi, parra' strano, ma la longevita' di un pesce del genere e' determinata, prove alla mano, da due fattori: la "solitudine" e il poco spazio a disposizione. Vi spieghero' entrambe queste due cose sulla base delle mie esperienze.

Partiamo dal primo elemento di una buona riuscita nell'allevamento di questo pesce: la solitudine. Il Betta splendens ama stare da solo e non sopporta (o sopporta male) la convivenza con altri pesci. Anzi il piu' delle volte li attacca anche mortalmente: sintomo questo di un pesce assolutamente territoriale e dalla vita solitaria. Ancora...La convivenza con altri pesci puo' nuocergli anche fisicamente, infatti essendo un ingordo ma dallo stomaco delicato regge poco una somministrazione abbondante di cibo e spesso tutti i Betta spl. che ho allevato negli acquari (anche quelli quasi "costruiti" su di lui) sono deceduti per costipazione e/o disfunzioni della vescica natatoria. Inoltre non e' proprio un pesce resistente a tutte le malattie e spesso muore dopo poco anche a causa di un banale ichthyo contratto dai coinquilini, diciamo cosi Smile

Secondo elemento da prendere in considerazione: uno spazio contenuto. Il Betta splendens non e' un grande nuotatore, specialmente le forme moderne di allevamento che amiamo da sempre. E odia dover difendere alla superficie dell'acqua uno spazio piu' grande di una ventina di centimetri: quindi tutto cio' che vi e' sotto (e ai lati) in genere lo fa "incazzare" come una bestia Smile Il tutto si trasformera' poi in una "tensione" continua che lo portera' prima o poi ad una qualche malattia per stress e/o ad una morte precoce.

Morale (personale) della storia: il Betta e' un pesce geneticamente portato a vivere una vita solitaria ed in spazi molto ristretti. Infatti malgrado il nostro bel pesce provenga, nella sua forma selvatica, da spazi naturali come questi...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

...e' emerso da lunghe ricerche effettuate sul campo ad opera di biologi e rinomati acquariofili di fama internazionale come esso non si sposti, se non raramente, da una determinata zona (piu' che altro in quelle superficiali) dove ha costruito il suo bel nido di schiuma per attrarre una qualche femmina di passaggio ed accoppiarcisi.

Ma al di la' di tutto questo, avrei proprio voglia di porre una domanda ai detrattori dell'allevamento in "barattolo" (che consiglio cmq abbia almeno due litri di capacita', meglio se di piu') e cioe': da dove credete che provengano tutti quei magnifici Betta che vediamo nei negozi Question Dove sono nati e cresciuti Question Ecco alcuni esempi di allevamento commerciale in Tailandia, una delle patrie del Betta splendens moderno...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

(quest'ultima foto, tra l'altro, mostra, nella prima e seconda fila partendo dall'alto, come dovrebbe essere il vero "barattolo" per allevare questo pesce: infatti e' piu' un rettangolo che altro Wink )

Ma addirittura c'e' anche quest'altro sistema: le cosiddette "thai", bottiglie vuote di liquore tailandese e riutilizzate allo scopo...sono centinaia e centinaia stipate sotto capannoni immensi con all'interno un Betta ciascuno: quando e' necessario cambiare un po' d'acqua o alimentare i pesci gli operai addetti a questi lavori ci camminano semplicemente sopra Smile

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Questo invece e' il sistema tailandese per riprodurli...altro che acquari Wink

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ora, a dire la verita' ci sarebbe anche quest'altro modo "orientale" di allevarli e riprodurli...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

...ma a detta di un allevatore asiatico, affinche' raggiungano colori e taglia commerciale ideali, i maschi vengono cmq successivamente trasferiti uno ad uno in contenitori piu' piccoli. Ad ogni modo afferma anche, al''interno del suo sito Internet, che la scelta di allevarli nei ponds (cioe' in vasconi di cemento come quelli in foto) o nei barattoli sia assolutamente personale dell'allevatore e che non cambi di molto la qualita' del pesce prodotto. Quindi cio' ci riporterebbe di nuovo all'inizio e cioe'..."barattolo" o acquario Question

Insomma con tutto cio' non ho voluto dire che colei o colui che desideri adottare, per scelta morale, la soluzione dell'acquario sbagli: assolutamente no. Vi ho solamente portato quella che e' stata la mia esperienza ed alcune "prove" fotografiche a sostegno di una, diciamo cosi', riflessione generale. Anzi, aspetto con ansia la vostra opinione in merito Wink

Per il resto amate il vostro o i vostri Betta come meglio volete o potete e non dimenticate mai che sono degli essere viventi totalmente dipendenti da voi.
In bocca al lupo e alla prossima Wink


avatar
Renato
Admin

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 31.12.09
Età : 53
Località : Chieti, Italia

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  Elisa il Ven Mag 06, 2011 12:11 pm

Ciao Renato,
mi sono ri-approcciata ad una lettura attenta di questo topic che avevo già letto al tempo della mia iscrizione. La questione è ampiamente dibattuta su tutti i fronti del Web e a dir la verità, irrisolta, per cui finisce che ognuno fa come preferisce e a scapitarci sono le povere bestiole. Riporto la mia esperienza personale al fine di mostrare come io e Francesco ci siamo posti nei confronti della questione: siamo 4 tra ragazzi e ragazze, in affitto a Pisa, come studenti. La prima cosa che mi ricordo della mia vita è una passione sconfinata per tutto ciò che si muove e respira e da quanto sono a Pisa ho combattuto con i miei coinquilini per avere un animaletto! Purtroppo il contratto esprime un totale divieto di animali a 4 zampe e quindi, sovvenendomi dei miei primi pesci rossi, mi è balenata in testa l'idea di un pinnuto. Sono andata con Francesco dal pescivendolo per un pesce rosso e sono uscita con 3 Betta Splendens e una boccia da 10 lt. Era Gennaio.
Da questo momento, pur a digiuno di qualsiasi nozione, la sola osservazione dei nostri tre pesci ci ha fatto capire che c'era qualcosa di sbagliato. E' stata una semplice digitazione del nome su Google a illuminarci e a farci capire quanto l'ambiente in cui lo tenevamo fosse inadeguato e come litraggio e come temperatura e come numero di esemplari. Risultato? In due settimane Azzurrina è morta e Rey e Nicole hanno contratto l'Ichtyo. Se abbiamo acquistato un acquario, se abbiamo letto, imparato e speso è stato solo per loro, perchè meritavano qualcosa di più di quella stupidissima boccia. E' stata una corsa contro il tempo che ci ha regalato la soddisfazione di vederli finalmente crescere, cambiare colore, esplorare ogni angolo della loro nuova casa. E adesso voi penserete che siamo esagerati, ma io non riesco a non amarli e non riesco a non fare tutto ciò che è nelle mie possibilità.
Partendo da questo, che è il nostro atteggiamento nei confronti del Betta Slendens, sulla solitudine non posso che convenire con Renato, ma per quanto riguarda il litraggio, trovo semplicemente riprovevole chiuderli in barattolini da 500 ml e sarei un'ignava a non ammetterlo.
In Thailandia li stipano come fossero oggetti, e da oggetti li trattano. Io mi metto nei loro panni e capisco che, non tollerandosi tra maschi, è impensabile costruire un impianto che permetta di allevare Betta in scala industriale regalando a ognuno 30-40 Lt. E' un'utopia perchè i costi inziali, ma anche negli anni, supererebbero di gran lunga i guadagni. E chiiii, farebbe una cosina fatta bene, se non ci guadagnasse??? La Thailandia e molto più in generale, quelle zone la, che io non sopporto, non hanno un gran senso dei diritti ne dell'uomo, ne degli animali. Quindi mi piacerebbe non prendessimo l'esempio :-) Ancora sono convinti che ci siano gli spiriti ma il turismo sessuale, il trattamento di esseri viventi in scala industriale e tutto quel che ha un grande ritorno economico, quello l'hanno imparato molto velocemente. :-) Li detesto :-)
Stesso discorso per i nostri negozianti: conviene occupare vasche con un solo maschio (più richiesto delle femmine per'altro) quando li possiamo mettere nei vasetti? Manco per niente, e allora invasettiamoli! Ma io a questo punto alzerei la manina e vorrei chiedere, perchè i Betta in 1 Lt, a vendersi, hanno un aspetto mortifero, sono fermi (a provare a muoversi!), brutti e pare che non arriveranno al giorno dopo? Evidentemente c'è un problema. In natura il pesce simuoverà anche poco, ma non si può pensare che si muova in due Lt. Neanche in 20. Neanche in 30! Non si può pensare che un pesce non voglia nuotare. Non si può pensare che stia bene, perchè anche noi vivremmo in una gabbia, anche 50 anni, ma non staremmo bene.
Certo, c'è da vedere che cosa uno vuole ottenere dal proprio Betta: se una riproduzione, sarà necessario tenerlo in determinate condzioni, che io molto candidamente non approvo. Non sono i pesci che ci hanno chiesto di stare con noi, siamo noi che per puro egoismo di tenere un animale, l'abbiamo chiuso in una scatola di vetro quindi anche ritmi forzati e spazi ristretti per "accattare picciuliddhri", io personalmente, non glieli chiederò..
Questo è il mio personale modo di dimostrare amore verso questi pesciolini. Ora, il vero amore sarebbe stato lasciarli nuotare dove la natura aveva deciso, ma questa è un'altra storia..
Ps. Renato, mi piacerebbe che tu mi dicessi di più circa la tua esperienza con i barattoli! :-)

Elisa
Banned

Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 05.03.11
Età : 30
Località : Pisa

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  fromana il Sab Mag 07, 2011 11:35 am

Renato la storia dei barattoli mi fa orrore ma la comprendo , per gli allevatori che li allevano solo per venderli non perchè hanno come noi deciso che sono una compagnia anche terapeutica, solo per pochi minuti ho preso in considerazione anche l'idea della bettiera che si trova in commercio 20 lt divisa in 4 , il mio primo approccio è stato, non so se lo ricordi , avendo un acquario dismesso da 8 lt , chiesi sul forum di AAA che pesce, ripristinando la vaschetta avrei potuto metterci essendo così piccola , un amico mi indicò i betta che io non conoscevo proprio , nel frattempo che avviavo la vasca anche mio nipote espresse il desiderio di avere un pesce , comprai a lui una bettiera da 2 lt , e un maschio lo voleva tenere nella sua camera e io presi un maschio e 2 femmine che poi si rivelaro 2 maschi e una femmina , dopo poco tempo mio nipote avendo un acquario grande vuoto ma con l'acqua dentro una mattina prese la bettiera mini e rovesco il betta nell'acquario grande, con sommo gaudio del betta stesso , io visto che le mie 2 femmine liticavano furiosamente, non sapevo ancora che erano una coppia li ho divisi riducendogli ulteriormente gli spazi , ho dedotto che era un maschio appena ha cominciato a fare il nido di bolle, quando mi è capitata l'occasione di prendere una vasca economica senza coperchio standard ma solo con quello di vetro l'ho fatto e li ho trasferiti in un ambiente che a me piaceva di più il 40 lt, dopo qualche mese la prima riproduzione, anche li una storia che ha dell'incredibile , ho assistito io stessa al maschio che scavava con il muso il ghiaino per aprirsi un varco ed andare dalla femmina, da 2 sono diventati 11 , altra riproduzione agli 11 se ne sono aggiunti 13 , 5 li ho venduti , 19 rimasti , alcuni li ho persi cammin facendo per sbadataggine manovre errate , misteri , stando insieme dalla nascita si sono sempre tollerati , una volta tu stesso mi hai detto più spazio hanno più liticano , infatti è così se gli restringi gli spazi non liticano se ne hanno se menano , ognuno di loro ha il suo carattere c'è quello che ama stare per conto suo quello che rompe le scatole agli altri , alcuni non accenano mai a fare tentativi di nidi di bolle, adesso mi è capitato di vedere farlo alle femmine , ho il maschio anziano diciamo così che convivendo con altri maschi non aveva mai messo in atto l'istinto del capo adesso è solo e ha deciso che comanda lui su tutte le femmine , povero ....................
non tentare la riproduzione è violentare la loro natura , avrei potuto tenerli così tanto per , non ci sono riuscita , non sono grandi nuotatori , spesso o quasi sempre si appoggiano da qualche parte fondo pianta sulla base del filtro e stanno li annoiati , salgono in verticale per respirare quasi mai in orizzontale se lo fanno li senti perchè saltano sull'acqua ,ai miei vario molto con il cibo, ho capito che i classici fiocchi li riempiono come botticelle e basta , ho cambiato prendendo il mangime in granuli li alimento una volta al giorno la mattina , ma mi accorgo che ogni tanto eccedo , cmq non mangiano più di quello che gli va il surplus lo trovo sulle griglie del filtro , vanno matti per i piselli , usavo artemie chironomus in gelatina ma non mi piace più sono passata al liofilizzato , per ora va bene, uso tre tipi di granuli di 3 marche differenti i betta di solito sono schizzinosi , i miei chiaramente sono abituati
avatar
fromana

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 54

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  Elisa il Sab Mag 07, 2011 3:43 pm

Che intendi per:
non tentare la riproduzione è violentare la loro natura
:-)

Elisa
Banned

Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 05.03.11
Età : 30
Località : Pisa

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  fromana il Sab Mag 07, 2011 3:58 pm

Ciao Elisa, tutti i maschi betta che ho avuto meno uno arrivati a 6 mesi cominciano a fare il nido di bolle è un istinto a meno che non gli si metta un filtro molto potente ma cmq un posticino riparato lo trovano da quando lo fanno la prima volta poi non smettono più indipendentemente dalla temperatura 25 27 28 gradi non c'entra niente , anche se non gli metti il polistirolo la lemma a quel punto lo fanno appiccicato al vetro , tu per cambiare l'acqua o per altro glielo distruggi e loro lo rifanno frega niente , per quanto tempo si riesce a guardaglielo fare ed a non metterlo in contatto con una femmina non reggi tanto almeno io ho retto poco
avatar
fromana

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 54

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  Elisa il Dom Mag 08, 2011 12:08 am

Si, è vero, anche Ray fa continuamente nidi di bolle nei posti più riparati dell'acquario. E se per "violentare la loro natura" indendevi distruggere questi nidi onde evitare la riproduzione sono d'accordo con te. Certo qualora si avesse un acquario per il semplice gusto di averlo, senza mire riproduttive intendo, il maschio e le eventuali femmine si troverebbero a riprodursi quando più gli va e se gli va. Il tuo discorso quindi era sempre riferito alla permanenza nel barattolo o comunque in uno spazio piccolo da dover stare da solo, giusto?

Elisa
Banned

Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 05.03.11
Età : 30
Località : Pisa

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  fromana il Dom Mag 08, 2011 1:20 am

si esatto , quando io li ho presi la prima volta erano solo in 2 , in 8 lt d'acqua poi li ho divisi ,4 lt a testa peggio di un barattolo , perchè il maschio rincorreva la femmina , quando ho cambiato acquario li ho sempre divisi avevano 20 lt a testa il maschio però anche se vedeva solo l'ombra della femmina lo sapeva che c'era e ha cominciato a scavare per andare dalla femmina , stufa di vedere l'andirivieni ho alzato il divisorio ma non di tanto un cm , un bel giorno la femmina di sua spontanea volonta è passata da sola dalla parte del maschio si sono riprodotti e poi lei prima che lui la cacciasse se ne è ritornata dalla sua parte , io non ero a casa quindi hanno fatto quello che più gli andava , leggendo qua e la capitano delle riproduzioni anche in vasche di comunità , chiaramente sono situazioni non gestibili da noi , e nemmeno dai betta stessi visto che in natura non vivono con altre specie di pesci ma sono solitari e difendono il loro territorio
avatar
fromana

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 54

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  Elisa il Dom Mag 08, 2011 1:48 am

Già, questo è assolutamente vero. La gestione stessa del nido di bolle diventa fattore di stress con acquari di comunità. Oh Fra, ma il test l'hai fatto? :-)

Elisa
Banned

Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 05.03.11
Età : 30
Località : Pisa

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  Renato il Mer Mag 11, 2011 8:40 am

Elisa e Francesca, solo qualche giorno di tempo e poi ne riparliamo (di Betta e barattoli). Questa volta ho intenzione di riparlarne con esempi fotografici miei "dal vivo" Wink
avatar
Renato
Admin

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 31.12.09
Età : 53
Località : Chieti, Italia

Torna in alto Andare in basso

Re: A proposito di Betta splendens

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum